Delle volte varcare la soglia di alcune case è come entrare in un’altra dimensione, una realtà diversa. Poi torni a casa con una storia. Ho avuto il privilegio di entrare in casa di Andrea Lo Vecchio e per qualche minuto entrare nel suo mondo, conoscere la sua storia, e scoprire anche la sua passione per la Fotografia.

Mentre sto montando il flash, infatti, mi porta nel suo studio e mi mostra con orgoglio le sue macchine fotografiche a pellicola ancora funzionanti (ha tenuto a specificarlo). Mi racconta di come si dilettava nella camera oscura allestita nel bagno della sua casa. Andrea Lo Vecchio è un personaggio con una storia di un certo spessore nella Musica Italiana, che non vi sto a raccontare io qui. Troverete tutto nel nuovo numero di VINILE in edicola da oggi.

Io ho contribuito con le foto dell’ Andrea Lo Vecchio di oggi. In una di queste imbraccia la sua chitarra del ’54 – “questa chitarra ne ha viste di cose… e suonate altrettante” – mi dice. “Adesso però è un po’ scordata, va bene lo stesso? Tanto in foto non si sente“. Certo sig. Lo Vecchio va bene lo stesso.

Iniziamo a scattare e tra una sigaretta e l’altra spuntano una bottiglia di rum, un sigaro, un cappello e tanti tanti dischi. In basso il risultato della mia ora passata a casa di Andrea Lo Vecchio.